Scheda tecnica

Una panoramica sulla storia e i numeri

Alcuni reperti fossili mostrarono, nelle roccie, alcune foglie ed infiorescenze di Ampelidee, antichi antenati della vitis vinifera. Recentemente sono stati ritrovati alcuni utensili relativi alla vinificazione risalenti all’epoca delle palafitte. Con l’arrivo dei Romani la situazione vinicola migliorò ulteriormente. Come in tutta Italia, le invasioni barbariche portarono ad un’inversione di rotta e alla decadenza della vite. San Zeno, vescovo di Verona, per promuovere e risollevare la vite, dava consigli sulla coltivazione durante le omelie. Nei secoli successivi la vite ritornò a splendere e divenne la coltura principale con una altissima estensione in tutta la regione. Il rigidissimo inverno del 1709 portò alla distruzione di diversi vigneti e costrinse gli agricoltori al reimpianto, ritardando di alcuni anni la produzione. Questo portò ad un’interruzione dei commerci con la Germania, arrivando alla fine del ‘700 con un quadro vinicolo di nuovo desolante. Come se non bastasse nel secolo sucessivo l’arrivo della Fillossera, l’Oidio e la Peronospora portarono all’estinizione di alcuni vitigni autoctoni, costringendo i produttori ad un nuovo reimpianto, con vitigni provenieti dall’Italia e dalla Francia e dando inizio alla vinificazione moderna.

Confini

NORD: Austria
NORD-EST: Friuli Venezia-Giulia
NORD-OVEST: Trentino Alto-Adige
OVEST: Lombardia – Emilia Romagna
EST: mare Adriatico

Clima

La costa è calda in estate e in inverno raramente raggiunge temperature molto basse. I rilievi presentano significative escursioni termiche giornaliere, con temperature estive generalmente fresche ed invenrni rigidi.

Denominazioni

DOCG: 14
DOC: 27
IGT: 10
DOP: 13
IGP: 14

Principali vitigni

Rossi: Merlot – Corvina – Molinara – Raboso Piave – Rondinella – Cabernet Sauvignon – Cabernet Franc

Bianchi: Garganega – Prosecco – Manzoni bianco – Verduzzo trevigiano – Pinot bianco – Tocai friulano – Pinot grigio – Vespaiola

Morfologia

29% Montagna, 14% Collina, 57% Pianura

Produzione

10.145 (hl/1000)

Superficie vitata

78.832 ettari

Produttori

489

I racconti

Vini, storie e ricette della tradizione regionale
Appunti vinitaly

Vinitaly, il mio modo di vivere la transumanza

Di | Magazine, Veneto

Un’altra edizione del Vinitaly sta per sorgere all’orizzonte

Io come sempre mi arrendo all’invitante prospettiva di migliaia di bancarelle in stile ballarò attorniate da beoni finti esperti che si accalcano rozzamente.

Come dire di no? Scelta di cuore la mia, però sinceramente prendendo le giuste decisioni, al Vinitaly, riesco sempre a divertirmi. Leggi di più