Scheda tecnica

Una panoramica sulla storia e i numeri

La vite in Lombardia era già presente nella preistoria. La coltivazione vera e propria risale al VII secolo. Con i romani, la viticoltura si sviluppo con tecniche più solide. Tuttavia con l’avvenuta dei Longobardi (che le diedero il nome), soffri di un vasto abbandono. La vite riprese splendore nell’alto medioevo, con una vinificazione ancora arcaica. Alla fine del 500 l’incontro con la tecnica Francese, insegno ai Lombardi, la produzione dei chiaretti e la conservazione dei vini. Un’ulteriore miglioramento avvenne nel XVIII secolo quando la vite cambia potatura e ha un aumento della ricerca. Questa rigogliosità viene compromessa dall’arrivo di tre calamità: l’oidio, fillossera e la peronospora. Finalmente dall’inizio del periodo post-fillosserico, vede mutare l’ambiente e la diffusione della vite.

Confini

NORD: Svizzera
OVEST: Piemonte
SUD: Emilia Romagna
EST: Trentino – Alto Adige, Veneto

Clima

Nei dintorni dei grandi laghi, si ha una temperatura invernale mite, nella fascia pedemontana temperature invernali temperate, nei fondi delle grandi valli temperatura mite in contrasto con le montagne, nella bassa pianura maggiori escursioni termiche.

Denominazioni

DOCG: 5
DOC: 22
IGT: 15
DOP: 16
IGP: 6

Principali vitigni

Rossi: Barbera – Bonarda – Pinot nero – Groppello gentile – Merlot – Cabernet Sauvignon – Pinot bianco – Nebbiolo

Bianchi: Riesling italico – Trebbiano di soave – Moscato bianco – Chardonnay – Pinot grigio

Morfologia

40% montano, 15% collina, 45% pianura

Produzione

1420 (hl/1000)

Superficie vitata

23.250 ettari

Produttori

276

I racconti

Vini, storie e ricette della tradizione regionale
VIVITE

Vivite il festival del vino cooperativo

Di | Lombardia, Magazine

Il 17 e il 18 novembre la “Milano da bere” ospiterà, presso le ex scuderie Le Cavallerizze del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci”, VIVITE il festival del vino cooperativo.

Tutto pronto per l’inizio della seconda edizione di VIVITE, manifestazione organizzata dall’Alleanza delle Cooperative Agroalimentari, che nella precedente edizione nel  2017 ha riscosso un notevole successo. Leggi di più

wineblogger

Wineblogger, dal digitale alla “vecchia” carta

Di | Lombardia, Magazine

Il Wineblogger è quella figura controversa che con l’utilizzo di internet tende a strappare al mondo del vino la leadership dell’utilizzo della carta per la sua comunicazione.

Nell’era del digitale siamo sempre più abituati ad approcciarci al mondo utilizzando un pc, anche per il vino il meccanismo è lo stesso. Chi di voi non ha mai svolto una ricerca online alla scoperta di un determinato vino piuttosto che un’azienda o una curiosità sul mondo del vino? Leggi di più